IL PROGETTO PITER ALPIMED (PROGRAMMA INTERREG V-A ITALIA – FRANCIA ALCOTRA 2014-2020)
Il Programma Interreg Alcotra

Il programma di cooperazione INTERREG Alcotra (Alpi Latine COoperazione TRAnsfrontaliera), è uno dei programmi di cooperazione transfrontaliera dell’Unione Europea e interessa il territorio alpino al confine tra Francia e Italia: obiettivo del programma è migliorare la qualità della vita delle popolazioni e lo sviluppo sostenibile dei territori e dei sistemi economici e sociali transfrontalieri, attraverso la cooperazione in materia di economia, ambiente e servizi ai cittadini.

Fra i progetti supportati e finanziati dal programma Alcotra vi sono i Piani Integrati Territoriali (PITER), che mirano allo sviluppo economico, sociale e ambientale di un territorio transfrontaliero attraverso l’attuazione di una strategia comune. Sono piani multi-tematici, attuabili in un territorio costituito da un massimo di tre unità territoriali contigue (Dipartimenti/Province).

Il Piano Integrato Territoriale (PITER) Alpimed

In particolare, il PITER Alpimed è un piano integrato per l’area rurale e montana delle Alpi del Mediterraneo (Alpi Liguri, Alpi Marittime, Mercantour), con l’obiettivo di interconnettere e incoraggiare le buone pratiche sostenibili al fine di aumentarne l’attrattiva e l’accessibilità e responsabilizzare gli attori del territorio, rendendoli protagonisti dello sviluppo sostenibile. Il progetto triennale, in programma dal 2019 al 2021, coinvolge la Provincia di Imperia, la Provincia di Cuneo e il Dipartimento Alpes-Maritimes in Francia per un totale di 89 Comuni, ed è strutturato intorno a cinque progetti semplici di gestione, innovazione, turismo, cambiamento climatico e mobilità.

Il Progetto Alpimed Patrim

Fra questi, il progetto semplice Patrim lavorerà alla valorizzazione della destinazione turistica delle Alpi del Mediterraneo, sulla base dello sviluppo di una rete di escursionismo e di un’offerta turistica sostenibile di eccellenza, puntando sulla collocazione privilegiata del territorio fra mare e montagna. Il progetto permetterà di commercializzare e far conoscere l’area per migliorarne la visibilità su scala europea, aumentandone i flussi, diversificando l’offerta e coinvolgendo in modo innovativo gli Enti Locali, gli operatori, gli abitanti e i professionisti del viaggio, attraverso la creazione di prodotti eco-turistici legati all’escursionismo, al cicloturismo e ai percorsi naturali, culturali e storici. Verranno considerate anche la formazione degli operatori e l’attuazione di lavori di sentieristica e di segnaletica dei percorsi turistici promossi nell’ambito della destinazione, in modo da poter proporre ai visitatori una scoperta del territorio di alta qualità e competitiva a livello europeo.

Il partenariato raggruppa partner franco-italiani coordinati dalle aree protette del GECT Parco Europeo Marittime-Mercantour, e comprende il Dipartimento Alpes Maritimes, la Métropole Nice Côte d’Azur (MNCA), la Regione Liguria, la Provincia di Cuneo e la Communauté d’Agglomèration de la Riviera Française, le Camere di Commercio di Cuneo e di Nice-Côte d’Azur, il Parco Fluviale Gesso e Stura.

Il ruolo dell’Ente Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri

Ciascuno dei partner ha delegato parte delle proprie azioni a organismi esperti sui vari temi trattati, quali centri di ricerca e Università, agenzie specializzate nei settori del turismo, dell’ambiente o dei trasporti e altri Enti: il Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri opererà sino al 2021 in veste di soggetto attuatore della Regione Liguria e si occuperà di azioni di comunicazione, interventi su segnaletica e percorsi, lavori di preparazione dell’iscrizione alla Carta Europea del Turismo Sostenibile, formazione e qualificazione degli operatori, scenarizzazione (racconto della storia e della cultura dei luoghi).

Fra i prodotti da realizzare nell’ambito del progetto Piter Alpimed Patrim sono previsti l’ individuazione e sistemazione di sentieri e itinerari transfrontalieri e interregionali,.fotografie e video, carte tematiche del territorio e guide topografiche, giochi di società, campagne di marketing e comunicazione, promozione di nuovi percorsi escursionistici sul portale “Geotrek” per l’escursionismo, organizzazione di educational, partecipazione a saloni turistici internazionali e creazione di partenariati fra i tour operator, le agenzie di viaggio e gli Enti di promozione turistica territoriali di tutta l’area progettuale.

In particolare, il progetto Alpimed Patrim intende valorizzare i tracciati delle Vie del Sale fra le Alpi Liguri e le Alpi Marittime piemontesi e francesi: il Parco delle Alpi Liguri collaborerà pertanto con l’Associazione ‘Antiche Vie del Sale-Strade del Mare’, che riunisce numerosi Comuni dell’entroterra imperiese, savonese e cuneese nonché esperti di storia e cultura locale, al fine di ripristinare e promuovere a livello escursionistico e turistico le antiche vie di comunicazione e di collegamento commerciale, rivalutando percorsi millenari nell’ottica di un turismo slow ed eco-sostenibile e favorendo la presa di coscienza, da parte della popolazione, di vivere su un territorio transfrontaliero con la fortuna di condividere un grande patrimonio culturale comune come stimolo a stringere legami e a rigenerare identità e senso di appartenenza. 

Monte Saccarello, 7 agosto 2019 – Lo staff del Parco Alpi Liguri e i partner del Progetto Interreg Alcotra Alpimed Patrim al lavoro al Rifugio La Terza
[foto: Nanni Villani]

Il Progetto di Cooperazione Transfrontaliera INTERREG Alcotra Piter Alpimed

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento e per raccogliere statistiche sul suo utilizzo. Clicca su Accetta per consentire l'uso dei cookie da parte del sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi